La vita delle donne è difficile #1

Poi dice che le donne sono sempre acide.
Per forza.
Mai qualcosa che ti dia soddisfazione.

Problema n. 1 della donna: Il peso.
Che la donna sia accoppiata o non accoppiata, le probabilità che sia contenta del proprio corpo sono circa dello 0.75%, come hanno calcolato gli studiosi di una famosissima Università del Winsconsin. Per una volta, l'uomo non c'entra: la donna non vuole dimagrire per lui (semmai per fare invidia alla sua ex) o per essere sana, ma per potersi vestire come le piace, imitando le modelle asiatiche del lookbook di Zara senza sembrare un insaccato. 
C'è da dire che parte del restante 99.25% non avrebbe bisogno di dimagrire, ma niente glielo toglierà dalla testa e cercherà comunque di farlo.

Ma mentre alcune di queste donne si lamentano del proprio corpo tenendo in una mano il pacchetto extra di Fonzies e nell'altra il Kinder bueno, ce ne sono altre che vanno in palestra e sudano come delle stronze, non mangiano pane da mesi e si comprano le gallette di riso e i cereali Vitasnella da tenere sulla scrivania per avere qualcosa da sgranocchiare nei momenti in cui vorrebbero correre in cucina a velocità 9.8 km/h del tapis roulant e pucciare i grissini Fagolosi nel vasetto della Nutella (ogni riferimento a cose/persone è assolutamente casuale).
Ora, a queste povere donne gliela vogliamo dare un po' di soddisfazione? 
NO!

Prima cosa: quando dimagrisci, le prime ad andarsene sono le tette. E grazie, se nonostante tutto devo tenermi il culo a là J.Lo tanto valeva che mi lasciassi almeno le tette. Che poi, il calo delle tette è l'unica cosa di cui ti accorgi, perché ce le hai davanti ed hai la prova pratica del reggiseno che balla. 

Seconda cosa: l'ago della bilancia non si sposta mai. No dai, all'inizio si sposta, quando hai appena iniziato la tua opera di infighettamento e sei tutta piena di entusiasmo. Ma poi, quando passano i mesi e la voglia inizia a calare, nel momento in cui avresti bisogno della spinta? Basta.
Perché sì, fare movimento ti modella il corpo e tonifichi e tutto, però ATTENZIONE, il muscolo pesa più della ciccia molle, quindi la donna, che si pesa 7 volte al giorno sperando di vedere la lancetta spostarsi verso la sinistra, resta fregata. E a volte nemmeno i jeans ti aiutano, perché magari l'interno coscia è meno molle e quando tiri la gamba senti un sacco l'adduttore sul davanti, ma il volume resta lo stesso.

Chi l'ha decisa questa cosa? In fondo non era tanto difficile fare in modo che la prima cosa ad andarsene fosse l'interno coscia e che il muscolo pesasse tipo metà della ciccia: ne avremo guadagnato tutti, in termini di donne sorridenti e soddisfatte. 

29 commenti:

  1. o la ciccia sotto il braccio **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro problema, per fortuna ci sono le magliette a maniche corte.

      Elimina
  2. o quella sui fianchi che nessun addominale/attrezzo/dieta elimina mai....

    RispondiElimina
  3. o la pancia a borsetta che neanche una canguressa incinta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura io aspetto ancora di sapere cosa sono le tette a sciarpetta...ho perfino googlato ma niente!

      Elimina
  4. Oddio. Davvero se ne vanno prima le tette? Questa cosa non la sapevo. Che sfiga ._.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sì. Non è che da una terza ti ritrovi con la prima scarsa, però è la prima cosa a calare. Sono disgrazie.

      Elimina
  5. Grazie a tutte queste cose mi illudo sempre di essere dimagrita. La bilancia non si schioda? avrò messo muscoli! i jeans stringono uguale a prima? sono tutti muscoli! però come mi si vedono le costole se assumo posizioni da contorsionista davanti allo specchio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! E contrarre gli addominali ogni volta che passi davanti a uno specchio, certo sopra c'è uno strato di ciccia, ma prima gli obliqui non si vedevano!

      Elimina
  6. Grazie, oggi sono felice di essere piatta, almeno non avrò cedimenti strutturali :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha vedi, c'è sempre un aspetto positivo.

      Elimina
  7. Io ho SEMPRE fame. E siccome sono già stressata a sufficienza, mangio.
    Però vado in palestra tutti i giorni e corro come una stronza apposta per quello.
    Non è vero, era così all'inizio.
    Adesso correre come una stronza mi PIACE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece odio correre: non sono capace, duro due secondi e soprattutto mi annoia da morire. Faccio tutti gli altri attrezzi cardio però.
      Comunque tu non conti, tu non devi dimagrire.

      Elimina
  8. Ahahahaha! Adorabile, come sempre!
    Ps.
    io ci ho rinunciato! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3
      Fonzies e Kinder Maxi? No eh :)

      Elimina
  9. eh infatti ! :( io che vado in piscina ogni giorno da quattro mesi e pare che non abbia fatto niente .__.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutte nella stessa barca.

      Elimina
  10. Ciao! Ho appena scoperto il tuo blog e mi sono iscritta subito!! stupendi i tuoi post!! poi questo mi ha fatto piegare dalle risate... però è tutto vero!!
    Anch'io ho un blog, se ti va di passare mi farebbe piacere.. :)

    RispondiElimina
  11. ma allora perchè non scendono i maniglioni dell'amore invece delle tette???? no! e anche se mi ammazzo in palestra, non mangio pane da mesi (non è vero l'ho mangiato anche a cena) e mangio gallette a merenda.. NON DIMAGRISCO!!
    che vita grama -.-

    RispondiElimina
  12. Risposte
    1. Ahahah liberamente ispirato a... <3

      Elimina
  13. Ho perso da poco 10 chili e confermo: non è che passi da una terza a una prima scarsa, passi da una terza a una prima abbondante!!!proprio oggi ho comprato un reggiseno da Tezenis e ...ho capito cosa vuole dire tette a sciarpetta... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, è terribile. No comunque bravissima, magari io perdessi 10 kg, e a quel punto chissene della sciarpetta.

      Elimina
  14. La dieta Dukan fa miracoli, ti assicuro....e anche il reggiseno imbottito di Tezenis!!

    RispondiElimina
  15. 6 mesi a:
    - correre come un'ossessa sul tapis roulant,
    - nutrirmi come una nord-coreana disagiata,
    - farmi fuori le scorte idriche dell'Unione Africana (e quindi a far pipì per 3/4 della giornata),
    - andare a lavoro in bici, sudando come un labrador,
    - fissare la gente che mangiava.

    Tutto ciò per ridurre di circa 250 grammi il mio sedere. Ma sai che ti dico? sticazzi, io mi tengo la culotte di cheval!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...