Perché io non posso insegnare educazione sessuale

L'altra sera mi è venuto in mente il reverendo Camden.
È che ho questo cuginetto che ha compiuto 10 anni l'altro giorno e... no 'spetta un attimo. 10? DIECI? Ma se è nato l'altro giorno che ero una ragazzetta e gli davo da mangiare.
Ah giusto, adesso sono vecchia, occhei, dunque: cuginetto sta cambiando, si sveglia la mattina e ti bacia e ti abbraccia e ti senti sta roba dura spingere sulla gamba e tu stai lì pensando nonriderenonriderenonridere. E poi è curioso, magari sente quelli di due anni più grandi a scuola parlare e non capisce e chiede. Ormai ci siamo, tra un paio d'anni gli cambierà la voce e si troverà in quell'orrendo periodo di brufoli ovunque e peletti sopra il labbro, bleah.

Ma quindi. Come si spiegano certe cose ai bambini? Il famoso discorsetto, dai, quello là: i cavoli, le api e i fiori, fare all'ammore.

A me non l'hanno fatto il discorsetto. Mi ricordo che avrò avuto boh 12 anni, ero mezza sconvolta perché mi era venuto il ciclo e mia madre in corridoio, tra la sua camera e la mia mi ha detto:
Stai attenta che adesso puoi restare incinta.
MA COSA?
DOVE? COME?
Ti viene il ciclo e all'improvviso puoi rimanere incinta?

Cioè, qualcosa sapevo, Barbie e Ken si facevano dei gran limoni appoggiati al muro e poi finivano sempre uno sopra l'altro sotto le coperte, guardavo Beautiful quindi avevo visto molte scene Brooke-Ridge-Taylor con il sax in sottofondo e c'erano già un po' di telefilm adolescenziali, ma le paranoie che i protagonisti si facevano erano basate su baci sulle guance e non scopate acrobatiche come oggi. 
A quel tempo non credo di aver avuto una grande idea della parte puramente "anatomica", e per fortuna c'era il Cioè a chiarire che non si poteva rimanere incinte andando in piscina.

Quindi un paio di giorni fa mi è venuto in mente il reverendo Camden, che aveva ventordici figli e quindi quindi ha fatto ventordici "discorsetti". Stavamo guardando real time, io il cuginetto e altri gggiovani, ma un programma pseudonormale tipo quello di Buddy e passa la pubblicità di "24 ore in sala parto", il programma più horror di tutti gli horror: un tripudio di gambe aperte e donne urlanti. 
- Eeeh ma va ma cos'hanno quelle lì da urlare così tanto.
- Stanno facendo uscire un bambino, fa male.
Mi ha guardato strano, poi ha guardato gli altri, poi è scoppiato a ridere mentre io cercavo le parole per spiegare il tutto in modo più innocente possibile pensando Cosa direbbe Eric Camden al tuo posto?
Finché la sorella, 16 anni, è andata a prendere "Il libro dei Perché", dove tra domande come Perché i cavalli dormono in piedi, Perché di notte c'è buio, Perché cadono le foglie, c'è anche una sezione sul corpo umano e su come nascono i bambini, con tanto di disegni.
Solo che il disegno che spiega come nascono i bambini è una cosa oscena: la faccia di un bambino sorridente in mezzo alle gambe di una tizia, pelle rosa confetto, nessun pelo/capello, nessun'ombra. Sarà anche fatto apposta per non sconvolgere, ma il risultato è il contrario e lui mi ha guardato con la faccia interrogativa e io Eh Luca boh, non lo so, io non scrivo mica libri, CHIEDI ALLA MAMMA.

Sospiro di sollievo, pericolo scampato, discorso chiuso che non verrà tirato fuori mai più.

Finché:
- Mic, tu lo sai cos'è una pippa?
-
*sbianca improvvisamente* Ehm sì lo so, tu lo sai?
- È uno che è scarso a tutti i giochi.
Che belli i bambini.

33 commenti:

  1. miiiiiii impegnativo il cugino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, sono più io impedita in realtà.

      Elimina
  2. La comicità dei bambini!! Comunque ti posso assicurare che non tutti i bambini di 10 anni rimangono così "ingenui"! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va dai, a 10 sono ancora piccoli e impegnati coi cartoni e a giocare con le spade finte.

      Elimina
  3. il reverendo Camden! IL REVERENDO CANDEM! lui sì che era bravo a fare discorsetti.. ci vorrebbe un pò più di reverendo candem per tutti ^_^ lui sapeva sempre cosa dire.. ok la smetto, mi ricompongo :)
    aaaah i bimbi a quell'età sono quasi nella fase in cui sono perennemente a metà tra "voglio sapere tutto sul sesso perchè sono grande" e "voglio andare a giocare al parco, rompetemi".. come affrontare certi argomenti è tutt'oggi un mistero! cmq che delicatezza tua mamma :D io sinceramente non ricordo COME ho saputo, ma all'inizio pensavo che "fare l'amore" significasse stare nudi a letto e muoversi un pò. Ricordo anche che in quinta elementare una mia compagna moooolto precoce mi aveva chiesto "Tu lo sai cos'è una spagnola?". Io ovviamente non ne avevo idea, ma ho risposto "certo che lo so!". Poi il mio compagno di banco l'ha spiegato. Ero sconvolta. Io non avevo neanche mai baciato un bambino a stampo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma aiuto, in quinta elementare? Per me non lo sapeva nemmeno lei.

      Elimina
    2. il brutto è che lei lo sapeva XD

      Elimina
  4. Io ho saputo tutto in quinta elementare, dalla maestra di scienze, e ogni volta che mi rendo conto che non è così per tutti mi stupisco. A 10 anni si studia la respirazione, l'apparato digerente e anche quello riproduttivo: le vostre maestre cosa facevano, glissavano? Sentirmelo spiegare dalla maestra è stato forse un po' strano ma perché è strana la cosa in sé (ricordo ancora la frase "Noi donne abbiamo tre buchi" :D), ma sicuramente un milione di volte meno imbarazzante che ridurmi a dover chiedere ai miei, con mia madre campionessa di imbarazzo carpiato e tabù acrobatico che quando da piccola le chiesi cosa significasse "vergine" rispose "senza figli" (NB eravamo appena uscite da messa e io mi riferivo ALLA MADONNA) e che quando canticchiava la prima canzone famosa di Alex Britti, che le piaceva, fingeva di dimenticarsi le parole "...e finalmente faremo l'amore", cioè, le sapeva tutte fino al verso precedente e poi "e finalmNANANA NANANANA"!
    No vabbè scusa, ma ogni volta che ripenso a quanta ansia mia mamma mi ha inculcato sull'argomento mi sale il nervoso. Ansia, imbarazzo... Ringrazio gli dei per avermi dato almeno una maestra coraggiosa e chiara, quindi ecco, se a tuo cugino non spiegano le cose a scuola fallo tu! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io sarei come tua mamma, fantastico.

      Elimina
    2. Anch'io ho paura di aver ereditato la rigidità di mia madre, anche perché non riesco neanche a immaginare una mamma e una figlia che parlano di queste cose, bleah, tuttora la sola idea mi mette del disagio fisico tanto era l'imbarazzo che percepivo su queste cose! Però una volta sono rimasta folgorata davanti a una scena di un film (dimenticabile) con Cate Blanchett che fa la veggente: un suo figlio diceva qualcosa sul sesso e lei rispondeva "Sì, fare sesso con la persona che ami è bellissimo, è così che io e papà abbiamo fatto voi tre!"... ecco, avere questa naturalezza è il mio sogno.

      Elimina
  5. Nemmeno a me l'hanno fatto il discorsetto, ma ero un bimbo molto ricettivo e ho imparato tutto dall'episodio di Un medico in famiglia in cui Maria vuole fare sesso con Er pasticca!

    Che carino il post ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non lo so quando ho imparato. Mi ricordo però che una volta da piccola piccola ho visto mio papà fare una roba strana a mia mamma, e solo dopo anni e anni ho capito che era un bacio.

      Elimina
  6. Ahah cosa farebbe Eric Camden xD Fantastica :) Comunque dai, penso scoprirà tutto per conto suo pian piano. Alla fine si viene a sapere tutto tramite amici, credo. A me l'ha spiegato mio cugino più grande e io gli ho risposto ''Ah, ok!''. Chiuso il discorso, e sono andato a giocare al Nintendo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse per gli uomini sì, per le donne non tanto. Almeno all'inizio, che c'è gara a chi bacia prima, tocca prima, ecc.

      Elimina
  7. Mia madre è come quella di Zazee. Quando mi ha chiesto se sapevo come nascevano i bambini ho risposto "Sì" mentendo per evitare a entrambe l'imbarazzo. In realtà l'enciclopedia della salute che avevamo a casa mostrava solo disegni di anatomia e e diceva che il pene prima di eiaculare vibra. Lo giuro. Forse l'autore si confonde con il vibratore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari voleva preparare già da subito al fatto che bisogna arrangiarsi.

      Elimina
  8. Calcola che proprio stamattina ti volevo dire "ma quando cazzo scrivi un post eh?!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si parla di sesso. Certo, non come piace a te purtroppo.

      Elimina
    2. Perchè a te piace diverso che a me?

      Elimina
    3. A te piace parlarne, a me no..pensavo ormai l'avessi capito.

      Elimina
    4. A me piace "anche" parlarne. Per questo mi tatuo tutto addosso. Sono un blocco appunti umano.

      Elimina
  9. Sono nata infusa di conoscenza. Altrimenti non si spiega com'è che mia sorella (terza elementare) chiede a me (quarta elementare), allontanandosi dalle bambine che le hanno fatto la domandona, cosa sia un preservativo.

    E io rispondo che è un coso che serve a non rimanere incinte.
    Mentre mangio un Tegolino.

    BOH.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terza elementare?
      Inizio a dubitare della mia infanzia: o non mi ricordo le cose o ero veramente impedita.

      Elimina
  10. Bel post... Ti ho appena scoperta.... :)

    RispondiElimina
  11. trauma :O
    ho un nipote e temo quel giorno..
    e comunque il reverendo camden parlava e parlava, ma alla fine 'sti discorsetti mica servivano, limoni ovunque per i suoi ventordici figli!

    E brava la Michela che è tornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      Limoni ovunque ma verginità fino al matrimonio, almeno per la maggior parte eh.

      Elimina
  12. Io voglio diventare un pediatra. Da noi in reparto capitano sempre robe del genere e le mamme se ne liberano dicendo 'Chiedi al dottore' :D
    Robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh dai, almeno voi sarete preparati.

      Elimina
  13. Aahahah sono morta dal ridere. Io avrei risposto che Pippa è la sorella di Kate Middleton... poi va bè, nomen omen!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh dai, ma è piccolo non si interessa di gossip.

      Elimina
  14. Pensa che io rimasi terrorizzata quando in quinta elementare i miei compagni di classe mi dissero che il "vero bacio sulla bocca" era quello con la lingua! Mi ripromisi di non baciare mai nessuno nella mia vita.

    Ora i tempi sono cambiati, i baci sanno già darli a 3 anni si fa presto ad arrivare al sesso!

    P.S. Bel blog, continuerò a passare di qui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti adesso crescono già zoccole fatte, da piccole.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...